Archivio mensile Ottobre 2018

Diadmin

Giornata nazionale del cane guida

Lo scorso lunedì 15 ottobre i rappresentanti della Sezione territoriale della Spezia dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti ETS-APS accompagnati dai loro cani guida sono stati ricevuti dal Comandante della polizia municipale Dr. Alberto Pagliai presso la sede di via Lamarmora. L’incontro, cui hanno partecipato l’Assessore Comunale con delega alla Sicurezza e Polizia Municipale Gianmarco Medusei, il coordinatore e un componente dei nonni civici, è stato promosso dalla UICI per ricordare la “Giornata Nazionale del Cane guida” che ricorre il 16 ottobre. Scopo dell’iniziativa è stato quello di significare agli operatori della Polizia Municipale, che quotidianamente lavorano sul territorio a contatto con i cittadini, il ruolo fondamentale che il cane guida svolge nella vita di un non vedente, in quanto, oltre ad essere un amico fedele, è per lui un prezioso aiuto nel permettere la mobilità e l’autonomia negli spostamenti evitandogli ostacoli e pericoli che possono generare infortuni più o meno gravi. Nel nostro paese, hanno ricordato i rappresentanti della UICI, la consapevolezza riguardo al diritto del cane guida del non vedente di accedere agli esercizi aperti al pubblico, strutture ricettive, spiagge o salire sui mezzi di trasporto pubblico è spesso oggetto di limitazioni, nonostante vi siano Leggi dello Stato (Legge 37/74, poi integrata e modificata dalla 60/06), che esplicitamente dichiarano il diritto per le persone con disabilità visiva di accedere con il proprio cane guida a tutti gli esercizi aperti al pubblico. L’ignoranza si accompagna spesso ad atteggiamenti basati su preconcetti (relativi per esempio alla presunta “pericolosità comportamentale e sanitaria” di un cane-guida), che sul piano pratico possono mettere in seria difficoltà la persona non vedente. Per questo motivo, dichiarano i rappresentanti UICI, esprimiamo vivo apprezzamento per la sensibilità dimostrata dall’Amministrazione Comunale della Spezia e dal Comando di Polizia Municipale che hanno compreso l’alto valore sociale svolto da questo prezioso amico a quattro zampe, che rappresenta gli “occhi” per la persona non vedente e quindi non devo mai essere da lui allontanato o discriminato. Si ricorda, infatti, che si prevedono multe da 500 a 2.500 € per chi continua a cacciare i cani guida e quindi per i gestori dei mezzi di trasporti e titolari di esercizi che con il loro comportamento “impediscano od ostacolino l’accesso ai privi di vista accompagnati dal proprio cane guida”. Oltre alle regole imposte da normative vigenti, anche i comportamenti positivi dei cittadini possono aiutare il cane guida a svolgere il suo lavoro quotidiano a fianco del non vedente. Ad esempio, hanno ricordato i rappresentanti della UICI, è importante non utilizzare le biciclette nei marciapiedi o nelle strade pedonali, non soltanto perché c’è un divieto, ma anche perché la loro velocità non consente di evitarle, cosi come è importante conoscere il corretto comportamento da tenere quando si incontra un cane che guida il proprio padrone non vedente. Durante l’incontro è stato presentato un decalogo dei comportamenti da adottare in presenza di un cane guida nelle vicinanze ed i partecipanti si sono adoperati personalmente per promuoverne la diffusione. L’incontro è stato l’occasione per presentare le misure che la Polizia Municipale ha messo in campo in sinergia con l’Amministrazione Comunale in tema di disabilità, ad esempio l’assegnazione di una priorità di intervento per segnalazioni relative all’utilizzo improprio delle aree di sosta riservate ai disabili e l’attivazione di convenzioni con le Associazioni di volontariato in tema di servizi educativi, tramite le quali vengono regolati i servizi utili alla comunità svolti dai Nonni Civici, tra cui ad esempio la presenza presso le sedi scolastiche assicurando l’attraversamento della strada in sicurezza da parte di bambini e persone in difficoltà. Al termine dell’incontro i rappresentanti UICI hanno rinnovato l’appello al senso civico di tutti per assicurare a questi nostri amici a quattro zampe il rispetto e il riconoscimento che meritano per l’alto servizio che svolgono quotidianamente. Siamo certi, concludono i rappresentanti UICI, che la nostra città ed i suoi abitanti, anche vista la sua spiccata connotazione turistica che si sta progressivamente consolidando, potranno dare un grande contributo in questo senso promuovendo un turismo accessibile a misura di tutti.

Diadmin

Argento ed oro per il nostro Paolo Callo.

Complimenti al nostro socio e consigliere dell’UICI Paolo Callo che Sabato 13 e domenica 14 ottobre 2018, a i quarantaduesimi campionati italiani bancari e assicurativi di atletica leggera su pista a Mantova gareggiando come atleta di  “Credit Agricole” La Spezia, Piazzandosi al secondo posto nel 1500 metri e domenica medaglia d’oro negli 800 metri.

Diadmin

Nuova sala di lettura intitolata a Louis Braille

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e l’assessore alla cultura Paolo Asti hanno inaugurato la manifestazione Libriamoci.
L’evento si ë tenuto all’interno della Biblioteca Beghi ed ha visto la partecipazione di soci e consiglieri della locale sezione territoriale UICI. Alle ore 17 la dr.ssa Marzia Ratti, Direttore dell’Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia e Roberta Correggi Responsabile archivi e bibblioteche del comune diella Spezia hanno presentato il percorso LOGES per non vedenti e ipovedenti realizzato dall’azienda Happy Vision, costituito dalle corsie dotate di rilievi studiati appositamente per essere percepiti sotto i piedi, ma anche visivamente contrastate, installate sul piano di calpestio, per consentire a non vedenti ed ipovedenti l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo, come prescritto dalla normativa vigente. Oltre alle corsie il percorso è dotato di mappe tattili, sulle quali sono riportate alcune informazioni che aiutano chi non vede o vede poco a muoversi autonomamente all’interno della biblioteca. Il percorso porta anche alle vie di esodo in caso di incendio o allarme di altro tipo.
Il percorso ha condotto i presenti al primo piano nella grande sala di lettura intitolata a Louis Braille (inventore dell’alfabeto che da lui prende il nome), all’interno della sala è presente uno scaffale dove sono collocati audiolibri, libri stampati in caratteri grandi donati dalla Biblioteca Italiana Ipovedenti e alcuni volumi in braille recentemente donati dall’UICI della Spezia. Nell”occasione il Vice Presidente Andrea Natale e il consigliere Patrizia Visentin hanno ribadito l’apprezzamento per l’iniziativa realizzata ed hanno ricordato il valore e l’importanza della figura di Louis Braille per l’integrazione dei non vedenti nella societã grazie a dell’alfabeto di sua invenzione.
Biblioteca Beghi