Semafori sonori, l’Uici: “Rendono la città a misura di tutti”

Diadmin

Semafori sonori, l’Uici: “Rendono la città a misura di tutti”

La Spezia – “Nella nostra città si è scritta una pagina importante nel segno della vicinanza e dell’attenzione da parte delle istituzioni verso chi quotidianamente vive una condizione di disabilità”. Lo afferma l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-Aps, che si appresta a vivere nel 2020 il proprio centenario, a coronamento di una storia fatta di lotte, rivendicazioni e duro lavoro a sostegno dei diritti e dell’integrazione delle persone non vedenti e ipovedenti. 

“Nell’approssimarsi delle celebrazioni di questo straordinario evento, vogliamo ringraziare il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e l’assessore alla Mobilità Kristopher Casati, perché grazie al loro impegno e alle risorse economiche messe in campo, saranno realizzati attraversamenti semaforizzati adeguati alle esigenze dei non vedenti e degli ipovedenti, rendendo più sicuri gli attraversamenti pedonali e favorendo al contempo la mobilità in autonomia delle persone con disabilità visiva. Il funzionamento – spiegano dall’associazione – è semplice, basterà premere un pulsante e il semaforo emetterà un suono che attiverà il dispositivo acustico (cosiddetto cicalino). Il cicalino segnalerà il via libera all’attraversamento dal momento in cui si accende la luce verde e il suono si intensificherà progressivamente fino allo scatto del rosso, consentendo così alle persone con disabilità visiva di attraversare la strada in tutta sicurezza. 
E pensare che neppure due mesi sono trascorsi da quando, come delegazione della sezione territoriale spezzina Uici, fummo ricevuti dal Sindaco Peracchini per discutere del tema della viabilità cittadina e rappresentare alcune situazioni di potenziale pericolo per la sicurezza delle persone che richiedevano interventi correttivi, con particolare attenzione agli attraversamenti pedonali con intersezione sul traffico veicolare. Abbiamo avviato fin da subito un dialogo positivo con l’amministrazione comunale in un clima di apertura e disponibilità a trovare soluzioni funzionali alla sicurezza degli attraversamenti stradali, Nonostante le oggettive difficoltà dell’ente derivanti dai vincoli di bilancio, su impulso del Sindaco abbiamo avviato con l’assessore Casati e gli uffici della mobilità una proficua interlocuzione, che ha portato a identificare gli impianti semaforici sui quali installare idonei avvisatori acustici per non vedenti. Nonostante il poco tempo a disposizione, l’Assessorato alla Mobilità è riuscito a presentare un progetto che è stato ritenuto meritevole di finanziamento dal Ministero per le infrastrutture e i trasporti e che prevederà una compartecipazione del Comune alle spese di installazione degli avvisatori acustici per non vedenti. I dispositivi verranno posizionati presso i semafori esistenti e di nuova installazione. L’intervento, del costo complessivo di 105 mila euro, sarà finanziato per 60 mila euro dal Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti e dal Comune per i restanti 45 mila euro. Gli incroci in questione, già segnalati dall’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti sono quelli di Via Carducci, Corso Nazionale, Viale Italia, Via San Cipriano, Via XXIV Maggio”.

“Come associazione, che ha come scopo fondamentale statutario l’integrazione dei minorati della vista nella società, siamo consapevoli del fatto che i risultati positivi in questa direzione si possono ottenere soltanto lavorando costantemente in sinergia con le istituzioni presenti sul territorio. Poter contare quindi su un sindaco e su un’amministrazione comunale sensibile ai temi della disabilità è per noi motivo di grande orgoglio e nello stesso tempo di speranza per il futuro. Una sensibilità verso le persone più deboli che è ben espressa nelle parole pronunciate dal Sindaco Peracchini “Ho sempre creduto che una città dovesse essere a misura dei propri cittadini, tutti e nessuno escluso – Per questo fin da subito, grazie alla collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Spezia e la sensibilità dell’Assessore Casati, ci siamo impegnati a reperire le risorse per rendere la nostra una città maggiormente vivibile. E oggi la bella notizia: abbiamo vinto un bando per coprire al 70 per cento i costi di installazione del sonoro nei semafori per i non vedenti, e il Comune si farà carico del rimanente. Un’attenzione che è rivolta non solo alla sicurezza dei pedoni, ma soprattutto all’abbattimento progressivo delle barriere architettoniche”.
Anche le parole pronunciate dall’assessore Casati all’esito del bando e del finanziamento ottenimento dal MIT per gli interventi di installazione degli avvisatori acustici per non vedenti, esprimono un messaggio di vicinanza delle istituzioni verso la disabilità “E’ un piacere poter finalmente contribuire a ridurre le barriere percettive nella nostra città e a rendere più facile l’autonomia delle persone con disabilità sensoriali. Grazie a questo finanziamento aumenteremo la sicurezza dei nostri concittadini, introducendo gli avvisatori acustici in alcuni incroci che hanno i dati peggiori in termini di sinistrosità.
Il nostro sentito ringraziamento al Sindaco Peracchini, all’assessore Casati e a tutta l’amministrazione comunale della Spezia va ben oltre la categoria dei cittadini che la Uici rappresenta, proprio perché crediamo fortemente che sia stato raggiunto un risultato, di cui beneficeranno concretamente tutti i cittadini e non soltanto le persone che convivono con una disabilità visiva, ciò in quanto l’avvisatore acustico aiuta e guida nell’attraversamento anche il bambino o l’anziano, il turista o la persona semplicemente distratta, rendendo quindi la nostra città a misura di tutti”, concludono dall’Uici.

http://www.cittadellaspezia.com/La-Spezia/Attualita/Semafori-sonori-l-Uici-Rendono-la-citta-a-misura-di-tutti-279809.aspx?fbclid=IwAR1PEEGylGOQobCfCWprPHuPGwAYOGZHxY9nFNdF3p1u-VI0fVi4VW2Czbohttp://Articolo Città Della Spezia

Info sull'autore

admin administrator

Lascia una risposta